La preghiera e la devozione a Maria Santissima e il guardare a Maria come a nostra Madre che ci invita a seguire Gesù sulla strada della vita è il contenuto di tutto ciò che celebriamo durante la novena del mese di Novembre.

PROGRAMMA NOVENA DAL 13 AL 22 NOVEMBRE 2020

Carissimi fedeli, la novena della Madonna della Salute, in modo particolare quest’anno, è un’occasione per tutti noi per affidarci alla Madonna in questa pandemia che sta flagellando la salute fisica e spirituale, recando precarietà a tante persone che vivono in difficoltà economiche e psicologiche.

Siamo tutti chiamati ad invocare la Madonna; Lei come Madre premurosa e attenta alle necessità dei suoi figli, ci prende per mano e ci conduce ad incontrare Gesù, che è realmente l’unica persona che può dare senso e significato alla nostra vita, alle nostre relazioni, al nostro amore umano.
La nostra devozione alla Madonna sarà vero quando, durante la novena, entreremo in chiesa per partecipare alla celebrazione eucaristica, accostandoci al Sacramento della Riconciliazione e ricevendo degnamente il Corpo di Gesù. I segni del nostro affetto filiale alla Madonna saranno quelli di recitare un’Ave Maria davanti all’immagine della Madonna della Salute o meditare i misteri del Santo Rosario nell’ascolto attento della Parola di Dio.
Il parroco
don Wadih


∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞

O Maria, che sei dalla Chiesa invocata col dolce titolo di Salute degli Infermi, guarda con occhio di bontà alle nostre miserie; intercedi per la salute del nostro corpo, se questa torni a vantaggio dell’anima nostra; consolaci nelle prove e infermità o col liberarci da esse o con l’ottenerci una perfetta pazienza e uniformità ai divini voleri, così da essere purificati nel dolore ed arricchiti di meriti eterni.
Maria Incoronata,
Salute degli Infermi
Prega per noi

∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞

Si ricorda che durante la Novena è possibile iscriversi e rinnovare l’adesione alla Compagnia della Madonna della Salute per i vivi ed i defunti per i quali sarà celebrata ogni 21 del mese una S. Messa
 Prima di tutte le S. Messe, recita del S. Rosario.
 I sacerdoti sono disponibili per le confessioni in chiesa.
 Le riflessioni saranno tenute da Padre Giudo Galassi Missionario del Cuore Immacolato di Maria.
 La Messa delle ore 15 sarà dedicata agli ammalati presieduta da don Giovanni Beverari Ministro della consolazione.
 Siamo invitati a visitare la pesca di beneficienza; il ricavato sarà devoluto alla sistemazione del tetto della Chiesa.
 Per chi volesse celebrare una S. Messa con il proprio gruppo, contattare il parroco
don Wadih Heraiz cell.3478192489

 

 

∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞

CALENDARIO DELLE CELEBRAZIONI

VENERDI 13 NOVEMBRE 2020

Ore 19:00 S. Messa solenne di apertura della Novena

SABATO 14 NOVEMBRE 2020 - GIORNATA DEL MALATO

Ore 8.30 S. Messa
Ore 10.30 S. Messa con il conferimento del Sacramento dell’Unzione dei malati, presieduta da don Silano Corsi, Cappellano del Cimitero Monumentale e Rettore SS. Redentore al Cimitero di Verona, con la presenza delle sezioni U.N.I.T.A.L.S.I. del territorio.
Ore 16.30 S. Messa con il conferimento del Sacramento della Confermazione ad alcuni ragazzi della Parrocchia.
Ore 19.00 S. Messa con meditazione mariana.
Al termine supplica alla Madonna della Salute.

DOMENICA 15 NOVEMBRE 2020

Ss. Messe ore 7.00 - 8.30 -10.30 Al termine supplica alla Madonna della Salute.
Ore 16:30 S. Messa con il conferimento del Sacramento della Confermazione ad alcuni ragazzi della Parrocchia.
Ore19.00 S. Messa in latino.

LUNEDI 16 NOVEMBRE   2020                                                                                                

Ore 15.00 S. Messa con meditazione e preghiera per gli ammalati e benedizione con l’olio.
Ore 16.15 s. Rosario con i bambini e i ragazzi del catechismo.
Ore 19.00 S. Messa con meditazione mariana.
Al termine supplica alla Madonna della Salute.
Ore 8.30 S. Messa

MARTEDI 17 NOVEMBRE 2020

Ore 8.30 S. Messa
Ore 15.00 S. Messa con meditazione e preghiera per gli ammalati e benedizione con l’olio.
Ore 16.15 s. Rosario con i bambini e i ragazzi del catechismo.
Ore 19.00 S. Messa con meditazione mariana.
Al termine supplica alla Madonna della Salute.
Ore 8.30 S. Messa

MERCOLEDI 18 NOVEMBRE 2020

Ore 8.30 S. Messa
Ore 15.00 S. Messa con meditazione e preghiera per gli ammalati e benedizione con l’olio.
Ore 16.15 s. Rosario con i bambini e i ragazzi del catechismo.
Ore 19.00 S. Messa con meditazione mariana.
Al termine supplica alla Madonna della Salute.

GIOVEDI 19 NOVEMBRE 2020

Ore 8.30 S. Messa
Ore 15.00 S. Messa con meditazione e preghiera per gli ammalati e benedizione con l’olio.
Ore 16.15 s. Rosario con i bambini e i ragazzi del catechismo.
Ore 19.00 S. Messa con meditazione mariana.
Al termine supplica alla Madonna della Salute.

VENERDI 20 NOVEMBRE 2020

Ore 8.30 S. Messa
Ore 15.00 S. Messa con meditazione e preghiera per gli ammalati e benedizione con l’olio.
Ore 16.15 s. Rosario con i bambini e i ragazzi del catechismo.
Ore 19.00 S. Messa con meditazione mariana.
Al termine supplica alla Madonna della Salute

 

SABATO 21 NOVEMBRE 202
SOLENNITA’ DELLA MADONNA DELLA SALUTE

Ore 8.30 S. Messa
Ore 15.00 S. Messa con meditazione e preghiera per gli ammalati e benedizione con l’olio.
Ore 16.15 S. Rosario con i bambini e i ragazzi del catechismo.
Ore 19.00 S. Messa con meditazione mariana.
Al termine supplica alla Madonna della Salute.
Il S. Rosario sarà recitato in modo continuato tutto il giorno: alle ore 8.00 - 9.30 -10.00 – 10.30 - 11.30 - 14.30 -16.15 -17.00 - 17.30 – 18.00 - 18.30

DOMENICA 22 NOVEMBRE 2020

SS. Messe ore 7.00-8.30
Ore 10.30 S. Messa Solenne chiusura della Novena, per gli iscritti vivi e defunti alla Compagnia della Madonna della Salute.
Ore 16.00 benedizione e consacrazione dei bambini e i ragazzi del catechismo alla Madonna.
Ore 19.00 S. Messa in latino

 

∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞

 

Il primo documento storico lo troviamo nella navata sinistra del santuario, dove viene descritto di un orefice veronese, tale Luigi Borella, che fece edificare un piccolo capitello, accanto ad un suo rustico sito lungo la strada per Mantova, allora denominata “la Levà”. Negli anni successivi fu edificata una cappella per permettere la devozione ai molti fedeli di Dossobuono e altri paesi vicini. Già nel 1760il senatore veneziano F.Cornaro dà notizia del culto in un suo scritto. Vengono anche riportate molte guarigioni miracolose attribuite all’intervento della Vergine Santa come testimoniano le numerose tavolette votive conservate nella attuale sacrestia. Il 7 marzo 1748 il doge veneziano PGrimaldi concesse l’ampliamento dell’edificio, ma per alcune problematiche si dovette aspettare il 1794 per la posa della prima pietra, su progetto dell’architetto veronese Luigi Trezza. La solenne inaugurazione si tenne il 8 settembre 1801 con la celebrazione della prima messa officiata dal parroco di Dossobuono don Lorenzo Vecchi. La devozione alla “Madonna della salute” fu riconosciuta dal papa Pio VII, che il 28 Giugno 1806 concesse un’indulgenza di 200 giorni a tutti coloro che visitando la chiesa recitavano le Litanie della Beata Vergine. Nel 1836 ci fu un’epidemia di colera che colpì gravemente la popolazione, molti credettero nell’intervento della Madonna e da quell’anno fu istituita, come ringraziamento, la festa del 15 Agosto, tutt’oggi molto sentita. Nel 1840 ci fu un cambio di proprietà dalla famiglia Toffaloni , di cui vediamo una lapide tombale nella navata centrale, alla famiglia veronese Maboni,. Nel 1842 fu costruita “con le offerte dei fedeli” la casa del cappellano sul lato destro della chiesa che in seguito fu abitazione del sacrestano e ora scuola di catechesi, in attesa dell’ultimazione del nuovo edificio al piano superiore del Centro parrocchiale. Don luigi Stegagno fu nominato rettore, in simbiosi con la parrocchia di Dossobuono, dal1847 al 1887. Durante questo periodo la chiesa fu adornata con preziosi arredi sacri fra cui un bel vestito bianco per la Madonna e il Bambino ricamato con fili d’oro. Successivamente la proprietà passò ad un’Opera Benefica per l’aiuto delle famiglie bisognose e nel 1910 alla famiglia Tromba che la cedettero, in seguito, alla fabbriceria di Dossobuono. Intorno a quegli anni fu edificata la facciata attuale, prima la chiesa terminava dove si trova l’attuale cancello interno.

Contemporaneamente fu costruita l’attuale canonica. Rimase rettoria fino al 1972 quando il vescovo Giuseppe Carraro istituì l’attuale parrocchia della Madonna della salute

 

∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞

 

 

 

 

 

 

 

 

Novena alla Madonna della salute

Vergine Maria che sei invocata sotto il titolo di Madonna della Salute perché Madre del Salvatore nostro Gesù, concedimi il dono della salute dell’anima mettendomi in grazia di Dio e ricevendo i Santissimi Sacramenti. Intercedi per la salute del corpo, per la maggior gloria di Dio e il bene delle nostre anime.

Ave Maria…

Madonna della Salute, prega per noi

Vergine Maria, Madonna della Salute, che rispondi sempre pietosa ai lamenti di chi soffre, ottienimi dal Signore la grazia di sopportare con pazienza le mie sofferenze, facendomi comprendere quale tesoro di sapienza e di bontà sia nascosto in esse.
Ave Maria…
Madonna della Salute, prega per noi
Vergine Maria, Madonna della Salute, perché consolatrice degli afflitti e salute degli ammalati, ottienimi la grazia della salute del corpo, guarendomi dai mali presenti, da ogni infestazione diabolica e donami vigore sufficiente per compiere i doveri del mio stato.
Ave Maria…
Madonna della Salute, prega per noi

O Maria, Salute degli Infermi che sei stata testimone sulla terra delle sollecitudini amorose del tuo Divin Figlio verso ogni sorta di ammalati, e con cuore materno hai sempre cooperato al sollievo delle anime e dei corpi sofferenti, continua ancora per noi quest’opera di misericordia e, in quanto può esser utile per l’anima nostra, ottienici anche il rimedio alle infermità del nostro corpo.

Ave Maria…

Madonna della Salute, prega per noi
O Madonna della Salute, che da tutti i popoli sei stata sempre invocata con particolare fiducia, tanto nelle calamità pubbliche come in quelle private, assistici propizia anche nelle difficoltà presenti e preservaci da ogni pericolo dell’anima e del corpo, affinché anche noi possiamo sempre lodare e benedire te vera Salute degli Infermi come da secoli sei venerata nel tuo santuario.
Ave Maria…
Madonna della Salute, prega per noi
O Vergine delle Vergini, che sul Calvario sei stata destinata ad assistere all’agonia del tuo Divin Figlio, sii vicina anche a noi negli ultimi momenti della nostra vita, affinché possiamo vincere ogni tentazione, accettare con rassegnazione la morte e, invocando il tuo nome dolcissimo, per te e con te veniamo al possesso della beatitudine eterna.
Ave Maria…
Madonna della Salute, prega per noi
Madre mia e fiducia mia, torre salda negli assalti dell’inferno, a chi altri potrò ricorrere per essere aiutato? Tu sola sei la Mediatrice di tutte le Grazie, Colei che nella Luce di Dio distribuisce a chi vuole, come vuole e quando vuole i frutti della Redenzione operata dal tuo Dio e Figlio Gesù. Tu puoi aiutarmi in tutte le mie necessità, tu sola sei la Salute degli Infermi, tu sei l’unica Madre che vuol salvare dalla dannazione eterna tutti i figli.
Ave Maria…
Madonna della Salute, prega per noi
O Salute di noi peccatori, tu sei stata Assunta in Cielo in Anima e Corpo, sei Onnipotente per Grazia ed ascolti anche ogni mio sospiro e ogni mio pensiero. Sono assolutamente sicuro che tu adesso mi stai ascoltando, tu già conosci tutto di me perché mai mi perdi di vista, tu mi sei sempre accanto. Aiutami adesso e donami questa Grazia a me necessaria.
Ave Maria…
Madonna della Salute, prega per noi
O Madre Santissima, Regina dell’Amore, a te che riversi come un fiume le Grazie di Gesù e le distribuisci a coloro che te le chiedono, o Madre Santissima, prostrato ai tuoi piedi, per i tuoi dolori, per i tuoi meriti, per la tua obbedienza ed umiltà, ti chiedo, o potente Salute degli Infermi, terrore dei demoni, di farmi questa Grazia.
Ave Maria…
Madonna della Salute, prega per noi
Salve Regina
PREGHIAMO: O Maria, che sei dalla Chiesa invocata col dolce titolo di Salute degli Infermi, guarda con occhio di bontà alle nostre miserie; intercedi per la salute del nostro corpo, se questa torni a vantaggio dell’anima nostra; consolaci nelle prove e infermità o col liberarci da esse o con l’ottenerci una perfetta pazienza e uniformità ai divini voleri, così da essere purificati nel dolore ed arricchiti di meriti eterni.

Maria Incoronata, Salute degli Infermi prega per noi

 


 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per ulteriori informazioni leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.

Privacy Policy